Telesianarrando / Sanniti
Monte Cigno e il Titerno nella storiografia greco-romana Monte Cigno Proverbi della nostra Valle Sulle ali delle farfalle a Guardia Sanframondi Dalla tradizione celtica l’idromele diventa sannita Con Federica ed Elettra Titanica Ma dove sono veramente le Forche Caudine? Con Maria Pia Selvaggio e “Le Padrone di Casa” Il Lago di Telese Lo Struppolo a Telesia Il culto di San Leucio a San Salvatore l’Eccidio di Caiazzo Dieci Medici Raccontano Tempio Sannitico Cerretese San Rocco e la peste: il suo culto nel Sannio Telesia e la Romanizzazione La Civita di Pietraroja Telese Città Italica: una storia diversa Commedie della Cerreto Antica Amore Brigante Quando a promuovere il Matese ci pensava Scipione Breislak I Cippi di Confine dei Tre Cantoni Theodor Mommsen e le Iscrizioni di Telesia La Connola di Sansone Le Mura dell’Antica Telesia La Telesia del Quilici Caselle e Pannizze Monte Acero La Grotta delle Fate Dal Mistero del Tempio all’etimologia di Cerreto Il Mistero del Tempio di Cerreto Sannita Il Cavaliere Jacobelli La Basilica di Telesia: la campagna di scavi di Pedroni Questo Nostro Regio Tratturo (Le Origini) Se i Romani salivano al Colle i Sanniti si dileguavano a Valle Il Sistema Difensivo Sannita a Guardia della Valle Telesina La Grotta delle Fate Passeggiando nelle Terme di Teseo Discorso del Cav. Davide Lupo Telesia Romana negli scritti di Luigi Riccardi La Sirena La Grotta di Cosimo Giordano Il Casale di San Salvatore Telesino I Ribelli di Eric J. Hobsbawm

Sentinella a guardia dei Sanniti Pentri Abbiamo visto in precedenza come Monte Cigno, e tutta la zona fino a Monte Moschiaturo, rappresenti un pò la esemplificazione della difesa del territorio secondo i Sanniti-Pentri.  Il loro regno, come dice il nome “Pentro”, da Pen, cima, era costituito dalle montagne ricche di pascoli e di acqua, e […]

Leggi oltre

Monte Cigno, tra Cerreto e Cusano, si eleva, a forma di mammellone, fino ai 746 m della vetta e delimita, con Monte Erbano, l’angusta gola del Titerno a partire dal ponte sul torrente Turio.Il nome, quello oggi in uso, riportato dall’Istituto geografico militare e dal Touring Club Italiano, presenta un inequivocabile richiamo, per dir così, […]

Leggi oltre

Dal saggio “Civitas Thelesie: il comune di Telese nel XII e XIII secolo” Telese, da città Italica a città Italiana.   Appunti per una storia diversa dalle origini al XIII sec. Problematica di chi affronta la ricognizione delle vicende dell’antica Telese, è l’assoluta necessità di uscire dal confuso limbo della ricerca locale. Da tempo, nel territorio […]

Leggi oltre

l Tempio di “Madonna della Libera” si trova in un paese dal nome Cerreto, che nell’etimologia del proprio nome Cerr-eto contiene la stessa radice della divinità agreste Cer-ere latina (da cui il nome cereali) o Kerr-es italica. Nel 496 a.C per ordine dei Libri sibillini, che i romani avrebbero  acquistato dalla famosa Sibilla Cumana, la triade […]

Leggi oltre

l Tempio di Cerreto Sannita “Madonna della Libera” e il mistero del suo culto: la soluzione del potrebbe essere scritta tra le stelle Il Tempio italico di Cerreto Sannita (BN) è un tempio molto particolare, situato a circa 560 metri di quota, è incastonato alle pendici del Matese Sud Orientale. Ponendosi all’ingresso del tempio, con le […]

Leggi oltre

Un percorso segnato dal naturale migrare dei branchi di animali che, ancor prima di diventare domestici seguivano il “tratturo” istintivamente segnandoli, per dirigersi alternativamente in inverno verso le terre della Daunia nelle Puglie e in primavera risalire verso gli alpeggi montani Sanniti.  Regio Tratturo è un’antica “strada della transumanza” che deve la sua importanza e […]

Leggi oltre

Ma le sorprese per i romani non erano ancora finite, una volta che fossero stati sul punto di conquistare e salire finalmente sulle Fortificazioni, sulla cima non avrebbero trovato i difensori Sanniti che nel frattempo si erano dileguati scendendo dal versante opposto del monte fino a valle….. Dopo aver raccontato il sistema difensivo nell’ articolo “Il Sistema […]

Leggi oltre
mappa di colore verde della Valle Telesina con indicazione dei monti e la linea di fortificazione sannita

Penetrare nell’alta Valle Telesina significava per gli eserciti Romani poter giungere, marciando verso Est a Benevento, la Capitale del Sannio Irpino e da lì proseguire per la Puglia. Difendere la Valle Telesina significava per i Sanniti garantire la loro stessa esistenza. Valle Telesina per i Sanniti rappresentava e rappresenta tutt’ora, una fertilissima pianura, delimitata a […]

Leggi oltre
Translate »
Facebook