Telesianarrando / Pino Fappiano
Monte Cigno e il Titerno nella storiografia greco-romana Monte Cigno Proverbi della nostra Valle Sulle ali delle farfalle a Guardia Sanframondi Dalla tradizione celtica l’idromele diventa sannita Con Federica ed Elettra Titanica Ma dove sono veramente le Forche Caudine? Con Maria Pia Selvaggio e “Le Padrone di Casa” Il Lago di Telese Lo Struppolo a Telesia Il culto di San Leucio a San Salvatore l’Eccidio di Caiazzo Dieci Medici Raccontano Tempio Sannitico Cerretese San Rocco e la peste: il suo culto nel Sannio Telesia e la Romanizzazione La Civita di Pietraroja Telese Città Italica: una storia diversa Commedie della Cerreto Antica Amore Brigante Quando a promuovere il Matese ci pensava Scipione Breislak I Cippi di Confine dei Tre Cantoni Theodor Mommsen e le Iscrizioni di Telesia La Connola di Sansone Le Mura dell’Antica Telesia La Telesia del Quilici Caselle e Pannizze Monte Acero La Grotta delle Fate Dal Mistero del Tempio all’etimologia di Cerreto Il Mistero del Tempio di Cerreto Sannita Il Cavaliere Jacobelli La Basilica di Telesia: la campagna di scavi di Pedroni Questo Nostro Regio Tratturo (Le Origini) Se i Romani salivano al Colle i Sanniti si dileguavano a Valle Il Sistema Difensivo Sannita a Guardia della Valle Telesina La Grotta delle Fate Passeggiando nelle Terme di Teseo Discorso del Cav. Davide Lupo Telesia Romana negli scritti di Luigi Riccardi La Sirena La Grotta di Cosimo Giordano Il Casale di San Salvatore Telesino I Ribelli di Eric J. Hobsbawm
Questo cippo di ripa Malaportelle è una grande pietra di calcare disposta trasversalmente e riportante la scritta del confine P C

Sul confine tra Cerreto e Morcone, in località “Ripa Malaportelle” presso i Tre Cantoni si trovano I Cippi di Confine , si tratta di enormi massi (pietre native) che segnavano i confini tra Terra di Lavoro, Contado del Molise e Principato Ultra di Benevento. l  nome della località deriverebbe appunto dall’incrocio delle tre Province Contado […]

Leggi oltre

Caselle e Pannizze  i reperti della “transumanza” sul Matese Sud-Orientale ra le molte testimonianze, ancora visibili, che l’uomo antico ci ha tramandato ci sono le piccole costruzioni in pietra a secco, dette “caselle” e “pannizze”, che disseminano, ancora oggi, gli antichi e rigogliosi pascoli che abbondano su tutto il territorio del Matese Sud-Orientale. Considerando che, fino al 1700 […]

Leggi oltre

Un percorso segnato dal naturale migrare dei branchi di animali che, ancor prima di diventare domestici seguivano il “tratturo” istintivamente segnandoli, per dirigersi alternativamente in inverno verso le terre della Daunia nelle Puglie e in primavera risalire verso gli alpeggi montani Sanniti.  Regio Tratturo è un’antica “strada della transumanza” che deve la sua importanza e […]

Leggi oltre
ricovero scavato nella roccia aneraria immersa nella neve in Cerreto Sannita

  Neve lieve che cadeva scandendo il ritmo dei tempi andati. Una collina di fronte a me che mi chiamava da tempo ma io non avevo il tempo. L’istinto di salire lassù dove un disboscamento ha scoperto una grotta: uno dei rifugi del Brigante Cosimo Giordano. Fiocca, troppo allettante la giornata per rinunciare ad andare. Mi […]

Leggi oltre
Translate »
Facebook